ZORA: L’amante di Satana (1972)

4502867-zora1_06

Copertina di Alessandro Biffignandi

È il sesto numero della prima serie. Siamo appena agli inizi della saga ed è già accaduto di tutto. Zora Pabst è stata vampirizzata da Dracula in persona e, nella sua fuga verso il suo nuovo destino, si è innamorata di un tale Mark. La coppia finisce nelle grinfie di uno scienziato pazzo che crea dei mostri di Frankenstein per giunta cannibali. Nella concitazione generale, Mark se la dà a gambe e Zora, per scappare, è costretta a chiedere un passaggio per la capitale britannica al duca Horace Franciscus, al quale si concede subito dopo perché, dai, sennò sarebbe stata cattiva educazione. Del resto, è capitata bene; il nobiluomo è un viveur di un certo livello e di come ci si diverte a Londra la sera ne sa a pacchi:

zora1 (2)

C’è gente che, pur di impressionare una donna, si inventa di tutto

Horace presenta Zora a Eleanor, la sacerdotessa officiante del sabba di quel sabbato, che ne riconosce subito la natura vampirica e se ne rallegra perché ciò propizierà l’apparizione del Maligno. Al quale comunque due vergini da sacrificare le devi sempre trovare, se non vuoi fare la figura del pezzente:

012(070)_1L

A un esame manuale eseguito dal viscido sgherro di Eleanor, una delle due fanciulle si rivela non illibata e viene uccisa senza tanti complimenti. L’altra viena offerta al Dimonio, che prima di pascersi del suo sangue, vuole darle una ripassatina, seppur in forma di caprone. Ora magari voi penserete che Zora, essendo la protagonista, in fondo sarà pur buona e farà qualcosa per salvare la verginella. Col cavolo, amici, siamo alla Edifumetto, mica a Hollywood, qua si è cattivi fino in fondo e ci importa solo di Satana:

zoracaprone

Vale la pena riproporre per intero la scena dell’evocazione:

zorasabba1zorasabba2zorasabba3zorasabba4012(086)_2R

Proprio in quel momento arrivano le guardie, grazie alla soffiata di un infiltrato, salvano la malcapitata e ammazzano buona parte dei satanisti. Zora ed Eleanor si fingono morte e uccidono, cogliendoli di sorpresa, gli sbirri rimasti sulla scena della tregenda

012(091)_2R

FUCK THE POLICE

Nascostesi, le due meditano vendetta. “Vendicheremo i nostri amici morti” tuona Zora, che li conosceva si è no da ventiquattr’ore ma, dimostrando la lealtà e il cameratismo di un coinquilino meridionale dell’università, è subito pronta a farsi carico dell’eliminazione dell’infame. Interessantissimo, quindi, come il personaggio, nella sua nuova natura demoniaca, sia votato totalmente al male, senza esitazioni o ripensamenti.

012(097)_1L

LAME AGLI INFAMI

Nel resto dell’albo (spesso in ogni volume terminava un’avventura e ne cominciava un’altra che si sarebbe conclusa nel numero successivo e così via, tipo i vecchi Bonelli) Zora e la sua nuova amica vengono catturate dalla banda di un orribile brigante superdotato. Ma questa è un’altra storia.

I testi sono di Giuseppe Pederiali, aka Rubino Ventura, i disegni di Birago Balzano. La copertina, infine, è opera di Alessandro Biffignandi. (Ciccio Russo)

Titoli di coda:

 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a ZORA: L’amante di Satana (1972)

  1. Pingback: Pubblicità interne #5 | Zora, Sukia, Ulula e le altre

  2. Pingback: Il copyright mi fa un baffo #6 | Zora, Sukia, Ulula e le altre

  3. Pingback: VINTAGEROTIKA – Un crowdfunding con un grande parco autori per resuscitare le nostre eroine | Zora, Sukia, Ulula e le altre

  4. Pingback: R.I.P. Alessandro Biffignandi | Zora, Sukia, Ulula e le altre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...