Julius Ghepier – Storie di un grande depravato (1987)

guepiere

Nel 1985 la Edifumetto lancia Casino, in assoluto una delle migliori serie erotiche tout-court pubblicate sotto l’egida dello squaletto negli anni ’80, in primis per gli splendidi disegni di Leone Frollo, che riusciva a conferire levità anche alle scene più esplicite. Perché tanta raffinatezza non turbasse i lettori dal palato meno fino, Barbieri decise di includere alla fine degli albi certi allucinanti raccontini a tema che avrebbero fatto sembrare Le undicimila verghe un racconto di Rodari e brevi avventure a fumetti autoconclusive aventi come protagonista un nobile francese incline alle perversioni più disparate: il dissoluto “conte multimiliardario” Julius Ghepier (a beneficio dei lettori che non conoscessero la pronuncia esatta di guêpière).

0006

Le storielle vedono Julius – affiancato dalla cameriera vergine Labbra di velluto, che lo sveglia ogni mattina con una fellatio, e il maggiordomo gay Franz Kiapp, innamorato del padrone che, pur bisessuale, lo disdegna – cimentarsi in una gamma di parafilie sconfinata, secondo la filosofia Edifumetto di cercare di attrarre un pubblico dalle tendenze più variegate (le scene di sesso gay sono frequenti, come capitava spesso in queste testate). I toni sono però talmente paradossali da renderle meno disturbanti di quanto potrebbero essere sulla carta. Anche perché Julius, in fondo, è un eroe positivo. Una volta salva una condannata a morte scommettendo con il di lei aguzzino di farla godere prima che un tetto chiodato li uccida entrambi. In altri casi, invece, ci si rivolge ai sapidi toni della commedia all’italiana, come quando il conte si finge omosessuale al 100% per far fesso un riccone impotente che fa scopare sua moglie dai travestiti così non gli sembra di essere tradito con dei veri maschi.

0077

I disegni sono del bravo Luciano Bernasconi, che a quanto pare era abbonato alle sceneggiature più depravate (suo è anche il raggelante numero di Malavita Internazionale recensito qualche mese fa).

Dato che un personaggio così adorabile non poteva non raccogliere un discreto stuolo di fan, le avventure di Julius Ghepier vennero raccolte in due volumi, uno dei quali è quello di cui vedete la copertina qua sopra. Se avete lo stomaco forte, potete leggere alcune delle sue vicende sul blog della mitologica Tippy. (Ciccio Russo)

Titoli di coda:

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...