Il copyright mi fa un baffo #1

Dracula_1958_c

“Signor Barbieri? Signor Cavedon? Avrei due cosine da dirvi…”

Quando ci si approccia al fumetto erotico seriale italiano, la prima cosa da tenere presente è che questi albi avevano tempi di realizzazione frenetici, a volte di pochi giorni. I poveri copertinisti, dovendo seguire questi ritmi da catena di montaggio, erano spesso costretti a cercare ispirazione (cioè, ricopiando alcune figure pari pari) nei manifesti e nelle foto di scena dei film per accelerare il lavoro. Fu così che le più grandi icone horror della Hammer e della Universal diventerono habitué delle copertine dei tascabili sexy. A cominciare, ovviamente, da coloro che avevano dato il volto a Dracula, personaggio ricorrente sia in Jacula che in Zora. Per esempio:

jacula_016Se vi state domandando cosa c’entri Simon Mago, ricordiamo che, per qualche inesplicabile problema organizzativo, le copertine di Jacula erano state per un certo periodo fuori sincrono rispetto agli albi, forse proprio per casini con le scadenze di consegna, dato che la serie era quattordicinale. Vale a dire che il vampiro di cui sopra era probabilmente apparso nell’episodio precedente e così via.

Ovviamente, da gentiluomo di buon gusto, Sir Lee ogni tanto faceva una visitina anche alla rivale di casa Barbieri. Peraltro questa storia era molto carina:

zora_frau

Preferite il Dracula di Bela Lugosi? Nessun problema, ce n’è anche per voi:

notturni-2

Questa volta non avevano nemmeno provato a dissimulare:

dracula-bela-lugosi-poster

Capisco che Dracula è più affascinante e pop, ma non ci vorremo mica dimenticare Nosferatu? Ci pensa Cimiteria, che è una ragazza seria:

cimiteria_nosf

La Edifumetto e la Ediperiodici erano però case editrici attente pure agli stimoli della coeva cultura pop. Ad esempio, restando in tema vampirico:

Zora 1974-03mini

Ahem:

art-of-vampirella-warren-years-book

Ma perché la simil-Vampirella sulla copertina di Zora è in mutande? Semplice, aveva prestato il costume a Lucifera, che in Terra Santa fa caldo:

Lucifera VampirellaMa Lucifera se lo può permettere. Anche perché era molto meglio di Vampirella da ogni punto di vista. O sbaglio (Ciccio Russo)?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Il copyright mi fa un baffo e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Il copyright mi fa un baffo #1

  1. Lucius Etruscus ha detto:

    Pezzo meraviglioso! Adoro le “fonti” delle copertine, e ora sei obbligato a continuare a trovarne! ^_^

    Liked by 1 persona

  2. Pingback: Il copyright mi fa un baffo #2 | Zora, Sukia, Ulula e le altre

  3. Pingback: Il copyright mi fa un baffo #7 | Zora, Sukia, Ulula e le altre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...